1/4/2008 N.54
NOTIZIARIO del Circolo UAAR di Bologna

UAAR - Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti - www.uaar.it
Presidenti onorari:  Laura BALBO, Carlo FLAMIGNI, Margherita HACK, Danilo MAINARDI, Piergiorgio ODIFREDDI, Pietro OMODEO, Floriano PAPI, Valerio POCAR, Emilio ROSINI, Sergio STAINO
e-mail: bologna@uaar.itsito web: www.uaar.it/bologna

1) Giovedì 3 aprile: "In cosa crede chi crede?", con Maurizio Ferraris
2) Al via a Bologna i tavoli UAAR "8x1000 informati"
3) Petizione al Comune di Bologna: stop all'erogazione annuale di centinaia di migliaia di euro per edifici di culto

1) Giovedì 3 aprile: "In cosa crede chi crede?", con Maurizio Ferraris
L'anno scorso l'incontro con Maurizio Ferraris organizzato dal nostro circolo all'interno del ciclo "Nessun Dogma, i martedì della cultura laica", fu annullato all'ultimo minuto con nostro rammarico.
Abbiamo raccolto con piacere l'invito di Sinistra Universitaria per organizzare nuovamente l'iniziativa. Ecco il programma:

Rosso Malpelo - Sinistra Universitaria
in collaborazione con l’UAAR - Unione degli Atei e Agnostici Razionalisti
presenta
IN COSA CREDE CHI CREDE?
Giovedì 3 aprile, ore 17, aula B, via Centotrecento 18 (Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna)
incontro con Maurizio Ferraris, docente di Filosofia Teoretica all'Università di Torino,
autore di Babbo Natale, Gesù adulto. In cosa crede chi crede? (Leggi recensione)
Introducono Jacopo Orlando - Sinistra Universitaria
Thomas Fabbri - UAAR
Scarica e diffondi il volantino dell'iniziativa


2) Al via a Bologna i tavoli UAAR "8x1000 informati"
Anche quest'anno i contribuenti italiani hanno iniziato a fare i conti con la dichiarazione dei redditi, e con essa ad esprimere la scelta in merito alla destinazione dell’Otto per Mille dell'IRPEF.
A sua volta, l’UAAR riprende la propria campagna informativa su questo perverso meccanismo. Alle dettagliate informazioni contenute nella scheda presente sul sito si affiancheranno i circoli UAAR, che organizzeranno banchetti e momenti di volantinaggio in diverse città italiane, in modo da cercare di raggiungere direttamente quelle fasce di popolazione che, a causa dell’omertoso silenzio che circonda la ripartizione del gettito, non sono ancora al corrente dei risvolti implicati nella scelta (o nella decisione di non scegliere).

il circolo UAAR di Bologna sarà presente con un tavolo informativo sull'8x1000 e per raccogliere firme per la petizione al Comune di Bologna per dire basta  all'erogazione annuale di centinaia di migliaia di euro per edifici di culto (vedi notizia 2), dalle 10 alle 19 circa, nelle seguenti giornate:
Domenica 30 marzo: piazza Re Enzo
Domenica  6 aprile: piazza Re Enzo
Sabato 12 aprile: piazza di Porta Ravegnana (sotto le Due Torri)
L’iniziativa dell’UAAR sarebbe fine a se stessa, se non fosse accompagnata dall’aiuto dei cittadini e delle cittadine laiche. Per questo motivo suggeriamo a tutti i ‘volenterosi’ di far circolare il passaparola disponibile sul sito UAAR:
http://www.uaar.it/laicita/otto_per_mille/8x1000-informati-08.pps
oppure di stampare e diffondere questo volantino del Circolo UAAR di Bologna

Chi gestisce blog o siti internet è invitato a pubblicare l’immagine gif della campagna UAAR:
www.uaar.it/laicita/otto_per_mille/#11


3) Petizione al Comune di Bologna: stop all'erogazione annuale di centinaia di migliaia di euro per edifici di culto
Le istituzioni dirottano alle Chiese, cattolica in testa, ingenti somme di denaro sottraendole ai bilanci pubblici: alcuni di questi finanziamenti sono noti, seppur superficialmente, come l’Otto per mille. Altri sono invece silenti e ignoti ai più.
Tra questi ultimi spicca una tassa occulta che una legge dello Stato prevede possa essere stornata a vantaggio delle "Opere relative a chiese ed edifici per servizi religiosi": in Emilia Romagna il 7% degli oneri di urbanizzazione secondaria incassati dai comuni vengono generalmente versati alle Chiese.
Le cifre in ballo, per il comune di Bologna, sono centinaia di migliaia di euro.
Promuoviamo una petizione indirizzata al Comune di Bologna affinché tale sottrazione di fondi pubblici a vantaggio di confessioni religiose abbia termine e i fondi siano invece utilizzati per opere di urbanizzazione a vantaggio di tutti i cittadini.
La petizione potrà essere firmata ai nostri tavoli "8x1000 informati", (vedi notizia nr. 1). Ne riportiamo il testo di seguito

PETIZIONE AL COMUNE DI BOLOGNA
I comuni italiani possono per legge stornare una percentuale degli ONERI di URBANIZZAZIONE SECONDARIA incassati annualmente (percentuale che si aggira tra il 7% e il 9%) a vantaggio di chiese ed altri edifici a carattere religioso.
La cifra che il comune di Bologna destina ogni anno a tale finalità ha raggiunto i 798.970,00 euro nel 2004, di cui 679.124,50 versati alla Curia Arcivescovile e i rimanenti ad altre confessioni religiose  (Testimoni di Geova, Comunità Ebraica, ecc.).
Poiché la vigente normativa prevede la possibilità, non l'obbligatorietà di elargire tale introito alle chiese
(il testo coordinato inserito nella D.C.R.849/1998, al punto 1.4, dà indicazioni che valgono “salvo diverse percentuali stabilite con deliberazione del Consiglio comunale”; vedere inoltre sentenza TAR Toscana 4082 del 4/10/2004) e poiché un’imponente quantità di finanziamenti statali, regionali comunali e persino dei quartieri convogliano ogni anno nelle casse delle chiese, cattolica in testa, un vero e proprio fiume di denaro;
i sottoscritti   C H I E D O N O
che tale somma venga destinata alla costruzione e/o miglioramento di strutture comunali
al servizio di tutti i cittadini, come asili nido, scuole materne, impianti sportivi ecc.


Ogni sabato mattina, dalle 10 alle 12, il circolo UAAR di Bologna riceve soci, simpatizzanti e cittadini che vogliano conoscere la nostra associazione e le nostre attività, esporre problemi di laicità violata, fare quattro chiacchiere sui nostri temi associativi, consultare il materiale a disposizone (riviste, libri, volantini, DVD...).
Ci trovate in via Don Minzoni 18, all'interno della Salara, storico edificio nato nei pressi del porto fluviale di Bologna per conservare il sale che giungeva dal mare attraverso il canale Navile. La Salara è sede di ArciGay e ArciLesbica nazionali. E' gestita dal circolo gay Il Cassero, che ringraziamo per l'ospitalità.
Per arrivare consultare la mappa http://www.cassero.it/map/
Negli orari di apertura, rispondiamo telefonicamente al numero: 051 555661

Se non vuoi piu' ricevere questo notiziario, rispondi a questa mail indicandocelo.
Puoi liberamente inoltrarlo a chi ritieni possa essere interessato, che per riceverlo regolarmente dovrà farne richiesta a bologna@uaar.it

--
Circolo UAAR di Bologna
www.uaar.it/bologna   bologna@uaar.it